sabato 2 maggio 2009

Inno alla Carità

" Se anche parlo le lingue degli uomini e degli angeli, ma non ho la carità, sono un bronzo sonante o un cembalo squillante. E se anche ho il dono della profezia e conosco tutti i misteri e tutta la scienza; e se anche possiedo tutta la fede, sì da trasportare le montagne, ma non ho la carità, non sono niente. E se anche distribuisco tutte le mie sostanze, e se anche dò il mio corpo per essere bruciato, ma non ho la carità, non mi giova a nulla. La carità è magnanima, è benigna la carità, non è invidiosa, la carità non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità; tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine; le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà; la scienza svanirà; conosciamo infatti imperfettamente e imperfettamente profetizziamo. Ma quando verrà la perfezione sarà abolito ciò che è imperfetto. Quando ero bambino parlavo da bambino, pensavo e ragionavo da bambino. Ma quando mi sono fatto adulto ho smesso ciò che era da bambino. Adesso vediamo come in uno specchio, in immagine, ma allora vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in parte, ma allora conoscerò perfettamente, come perfettamente sono conosciuto. Ora esistono tre cose: la fede, la speranza e la carità; ma la più grande di esse è la carità."

Paolo di Tarso

6 commenti:

frufrupina ha detto...

Caro Ever,bellissimo post da far riflettere in molti...cè un detto che dice che la carità è il vero amore che unisce ogni anima e cuore, è la vera fratellanza, la vera unità, che unita forma un solo corpo, un solo spirito e un cuore solo, capace di far amare e perdonare non solo noi stessi e per i nostri errori o l'oblio del nostro passato, ma dona vero sentimento d'amore verso il nostro prossimo. Ella è la fonte di ogni comandamento Divino.Ciao Ever ti auguro di vero cuore una dolce domenica.

evergreen ha detto...

Grazie, Frufru!

Aliza ha detto...

l'amore è la cosa più necessaria per la realizzazione della nostra vita.
Amare senza distinzione, non giudicare, non valutare, non soppesare...amare: non tener conto del male ricevuto. Credo che solo chi è veramente libero da se stesso possa amare in questo modo...certo io
la vorrei questa libertà.
Buona domenica caro Pino A

stella ha detto...

Di fronte a san Paolo c'è solo da inchinarsi e...provare a mettere in pratica ciò che scrive.
Non è certamente facile...ma bisogna provarci!

Ciao Ever.

evergreen ha detto...

Per Aliza e per Stella: Paolo di Tarso è stato un instancabile predicatore, un comunicatore per eccellenza, un apostolo di prima grandezza. Lo stile letterario delle sue "Lettere" è di una forza e di una potenza alle quali ancora oggi è difficile trovare paragoni. Egli - di natura misogino ma con un carattere appassionato, al limite dell'esaltazione - è stato il vero fondatore del Cristianesimo, il primo a teorizzare in modo essenziale ma affascinante il suo nucleo fondamentale: l'ipostasi divina di Gesù, nato da donna ed al quale fu dato "un nome che è al di sopra di ogni altro nome...!

stella ha detto...

Grazie ever!