domenica 4 gennaio 2009

Il mio psicologo si chiama...

Dando ieri sera uno sguardo veloce alla vetrina di una libreria, l'occhio è andato su questo titolo "Il mio psicologo si chiama Gesù" di Carlo Nesti, il noto telecronista sportivo.
Ho subito considerato tra me e me che Nesti ha colpito nel segno. Anche nella mia modesta esperienza di uomo e di cristiano la presenza di Gesù ha avuto una grandissima importanza. Le sue sublimi esortazioni, la sua insuperata visione religiosa e umana del mondo, il rispetto per sé stessi e per gli altri, l'amore per i nemici, il perdono, la fratellanza, la necessità di soccorrere i più deboli, la fiducia in Dio Padre, lo stupore davanti alle meraviglie del creato sono sempre stati per me i riferimenti obbligati di una vita. Li considero ancora adesso insostituibili per una persona che abbia a cuore la più completa serenità del proprio ego, l'armonia e la solidarietà con i propri simili e il rapporto vitale e felice con la natura e con tutto ciò che ci circonda. Non sono necessari altri psicologi per aiutarci a vivere meglio, per comprendere ed amare noi stessi, per vedere nel prossimo il proprio fratello.
Bravo Nesti!

7 commenti:

Peppe ha detto...

Gesù, l'amico che non ti abbandona mai!

ariapura ha detto...

ciao duona domenica

lellofieramosca ha detto...

Bisogerebbe che tutti riconoscessimo Gesù come nostro psicologo.
P.S.Bel calendario!

XPX ha detto...

Mi associo. E' anche il mio psicologo (ma penso un po' di tutti).

stella ha detto...

Ever ti scopro con grande gioia e condivisione!!!

Mi piaci, la tua psicologia collima con la mia!

evergreen ha detto...

Mi fa piacere che le vostre idee collimino con le mie...prevedo perciò anche per Voi una lunga vita serena e felice, senza ricorsi a sedute di psicologi o ad altri aiuti esterni. Vi basterà la forza ineriore che viene dalla fiducia in Dio. Come scriveva Paolo ai Filippesi (4,12-13)
[12]Fratelli,ho imparato ad essere povero e ho imparato ad essere ricco; sono iniziato a tutto, in ogni maniera: alla sazietà e alla fame, all'abbondanza e all'indigenza. [13]Tutto posso in colui che mi dà la forza. Un caro saluto a tutti! Ever

frufrupina ha detto...

Bella questa condivisione umana e cristiana...condivido anch'io ciò che ha detto Lello...Bacioni.