venerdì 15 marzo 2013

Quando i gesti comunicano più delle parole

Ci sono gesti, come questo, che parlano da soli. E da soli dicono molto di più di mille discorsi.
L'immagine di un Papa che salda personalmente il conto parla di umiltà, di sobrietà, di vangelo. 
Il nuovo Pontefice sembra venuto da Marte e sembrano lontani anni luce gli anni delle sedie gestatorie, dei triregni, dei camerieri segreti di Sua Santità. 
"Se uno vuol essere il primo, sia l'ultimo di tutti e il servo di tutti" raccomandava Gesù di Nazareth.
E "il servo dei servi di Dio", con gesti molto significativi, ha appena iniziato a ristabilire il senso delle parole celebrando con semplicità la eminente dignità che deriva del servire e non dall'essere servito.
Benvenuto Papa Francesco!

Nessun commento: