lunedì 6 aprile 2009

Una preghiera per le vittime del terremoto

Siamo un paese fragilissimo. Che Dio ci aiuti ed accolga nel Suo grembo le vittime incolpevoli di questo nuovo disastro!

5 commenti:

stella ha detto...

Mi associo alla tua preghiera ever.

evergreen ha detto...

Cio Stella, un saluto e un abbraccio.

Aliza ha detto...

mi unisco alla preghiera, quanto siamo precari e fragili.
Ciao evergreen A

frufrupina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
frufrupina ha detto...

Crissimo amico mio...mi unisco anch'io alle preghiere...povera gente...ascoltami mi hanno inviato questo commento...ti prego cerchiamo di aiutarli...fallo girare.Un abbraccio.


l presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi chiede che vengano sospese le donazioni di sangue. Invece servono coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere, casse d'acqua e tutti i beni di prima necessità.Verranno raccolti da "Fare ambiente", Roma, in Via Nazionale, 243,tel. 06 48029924.Mentre sul sito http://www.modavi.it tutte le istruzioni per far parte delle squadre di soccorso in Abruzzo. AGGIORNATE IL VS STATO.

---------------------------------------------------------------------------------------


EMERGENZA TERREMOTO: NUMERI E LINK (DIFFONDETE IL PIU' POSSIBILE)


Per offrire disponibilità di alloggio: l’UDU sta cercando posti letto telefonare allo 06.43411763 o scrivere a organizzazione@udu.it

Per volontari da tutta Italia: telefonare alla protezione civile nazionale 06.68201

Per volontari da Pescara: telefonare al Centro operativo della Protezione Civile presso la Prefettura di Pescara 085.2057627


Per fare donazioni: Raccolta fondi Croce Rossa Italiana:
Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso BNL - roma, intestato a CRI, codice Iban IT66 - C010 0503 3820 0000 0218020, causale: pro terremoto Abruzzo;
Conto corrente postale n. 300004 intestato a CRI causale: pro terremoto Abruzzo;
Versamenti on line sul sito: http://www.cri.it/donazioni.html

Per enti locali e associazioni di volontariato, comitati, gruppi organizzati: è possibile attivarsi da subito con i corpi locali di protezione civile, con la associazioni prendendo contatti con i coordinamenti regionali, c’è bisogno di medici, tende, coperte, cibo e supporto logistico. Per informarsi: Dipartimento della Protezione Civile 06.68201 PUBBLICALO PER FAVORE