mercoledì 11 febbraio 2009

Grande Papa!


Sul concetto di dignità della morte Paolo VI affermava: "Tenendo presente il valore di ogni persona umana, vorremmo ricordare che spetta al medico essere sempre al servizio della vita ed assisterla fino alla fine, senza mai accettare l’eutanasia, né rinunciare a quel dovere squisitamente umano di aiutarla a compiere con dignità il suo corso terreno". Lo stesso Paolo VI si pronunciava contro l’accanimento terapeutico affermando:"In tanti casi non sarebbe una tortura inutile imporre la rianimazione vegetativa nell’ultima fase di una malattia incurabile? Il dovere del medico consiste piuttosto nell’adoperarsi a calmare la sofferenza, invece di prolungare più a lungo possibile con qualunque mezzo e a qualunque condizione una vita che va naturalmente verso la sua conclusione".

Ora, conclusasi finalmente la vicenda umana di Eluana Englaro, nel silenzio che segue al chiasso talvolta scomposto e senza rispetto per il padre e la madre della sfortunata donna, conviene spendere due o tre minuti del proprio tempo per meditare sul pensiero chiarissimo di quel grande Papa che fu Paolo VI sull'accanimento terapeutico in casi disperati e irreversibili.

5 commenti:

XPX ha detto...

Era un papa già al passo coi tempi d'oggi ...

Lara ha detto...

Davvero un grande Papa.

evergreen ha detto...

Mi fa piacere che condividiate il giudizio su questo Papa moderno, coltissimo e sensibile che non è stato compreso del tutto. La sua grandezza Gli derivava paradossalmente da quell'apparente fragilità, da quella innata inclinazione al dubbio che non è debolezza o capitolazione ma forza di comprensione e segno inequivocabile di apertura verso gli altri.

Aliza ha detto...

ma l'alimentazione è accanimento terapeutico??
non hanno staccato una spina oppure sospeso una terapia farmacologica...è morta di sete.
Capisco e non giudico, hanno vissuto un'agonia lunga 17anni, io mi stanco di soffrire e mi lamento per molto molto meno.
ciao ever e grazie di aver ricordato
Paolo VI

Memole ha detto...

Grandissimo Papa.