martedì 2 marzo 2010

Dante e lo smog


Dante con mascherina antismog nella piazza omonima di Trani

Ed ecco allor lo duca mio mi disse:
o fiorentin d'acume pronto e grave,
vedi a qual punto l'uom da sé s'afflisse

contaminando natura soave
pria che lo ciclo universal finisse
e lo decreto per l' anime prave

fusse emanato da Giustizia antica.

(Inferno contemporaneo)

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Pino ci voleva questo post! Temo però che molti pochi di quelli che possono fare qualcosa veramente,
non lo noteranno nemmeno, nianche se lo avessero davanti al naso
Buona serata caro amico,
Tomaso

evergreen ha detto...

Hai pefetamente ragione, caro e acuto Tomaso!