mercoledì 7 maggio 2008

Grandezza e bellezza della musica



Più della parola, la quale rimane prigioniera di se stessa per avere un solo significato, la musica è capace di esprimere meravigliosamente la vasta gamma dei sentimenti umani e le loro infinite sfumature. Ma occorre una specifica educazione per amare ed apprezzare il linguaggio musicale dei grandi compositori come, ad esempio,
Beethoven.

6 commenti:

Octuagenario ha detto...

Mhhh... anche qui il concetto è opinabile, mio caro collega (non perché mi piaccia mettermi sempre con la pietra di punta, come si dice ad andria...).
Una volta sentii dire da Riccardo Muti che chi non ha un'educazione musicale ha più mezzi per godere della musica classica.
Devo dire di essere abbastanza d'accordo, perché la conoscenza della tecnica spesso imbriglia la capacità di lasciarsi andare alle emozioni.
Leopardi docet.

evergreen ha detto...

Hai perfettamente ragione! Quando parlavo di educazione musicale non mi riferivo alla tecnica ma piuttosto all'ascolto. Buona serata, octuagenario!

Octuagenario ha detto...

Buona serata a te :)

evergreen ha detto...

Grazie!!!

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny