martedì 11 ottobre 2011

Se per assurdo...


"Se per assurdo, sul mio letto di morte, mi si dimostrasse con perfetta evidenza che ho sbagliato, che non vi è altra vita, perfino che non c'è Dio, non potrei rimpiangere di aver creduto.
Penserei che mi sono onorato credendo, che se l'universo è qualcosa di idiota e di disprezzabile, tanto peggio, che il torto non è in me d'aver pensato che Dio esiste ma in Dio di non esistere".
(A. Valensin)

3 commenti:

Tomaso ha detto...

veramente bello questo post, a parte la bella foto, che è bellissima, leggendo poi le parole che fanno molto riflettere, credenti o non credenti io penso che la vita abbia una scopo! l'onestà poi quando verrà il momento credo che alla fine ce ne andiamo più sereni, anzi pensandoci bene speri di trovare il bene che hai fatto.
Ciao caro amico Pino.
Tomaso

evergreen ha detto...

Caro e nobile amico, la tua semplicità d'animo è pari alla tua forza morale!

Liliana ha detto...

DIO PER ME ESISTE. ECCOME SE ESISTE. ME NE ACCORGO QUANDO MI TROVO IN DIFFICOLTA'. SENTO O VEDO ARRIVARMI DEI SEGNI DI AIUTO.
E POI...A COSA SARà SERVITA LA SUA MORTE, IL SUO SACRIFICIO? PER NULLA?

LILIANA

P.S. PINO, MA CHE BELLA FOTO! CHE CHIESA è? HA UN BELLISSIMO ORGANO!