sabato 22 maggio 2010

Bravo Emiliano!

Ho sempre stimato il Sindaco Emiliano. Di lui mi piace la franchezza, la simpatia, la passionalità, il buttarsi nella mischia con coraggio e senza paura. C'è chi l'ha definito uno sceriffo. Ed è uno sceriffo dinamico, uno sceriffo bonario, uno sceriffo che ama la sua città e la sua gente, uno sceriffo che si dà da fare, uno sceriffo che sa quello che fa, uno sceriffo ruspante e battagliero. E i baresi gli vogliono molto bene. Lo dimostra il fatto che hanno voluto confermarlo ancora una volta nell'incarico di primo cittadino di una città attiva, impegnativa e in continua espansione come Bari.
E ieri sera ho particolarmente apprezzato il suo intervento nella trasmissione "ultimaparola" condotta da Paragone.
Emiliano ha fatto una proposta sensata, chiara, pragmatica, senza fumi demagogici.
In sostanza egli ha detto: il mio stipendio da Sindaco di una città metropolitana è di quasi 6 mila euro per 12 mesi. Le mie responsabilità di Sindaco non sono certo inferiori a quelle di un parlamentare qualsiasi. Anzi! Allora mi sembra giusto che anche per i parlamentari sia prevista una remunerazione che nel suo complesso non vada oltre il limite di 6 mila euro.
Sono prefettamente d'accordo con questa proposta del Sindaco di Bari. Io la penso esattamente come lui e, come suol dirsi, Emiliano mi ha tolto le parole di bocca. Con 6 mila euro al mese si può vivere più che bene, con 6 mila euro al mese si può salvaguardare la propria dignità e il proprio decoro senza offendere la dignità e il decoro di tante persone che debbono invece accontentarsi di molto ma molto meno.
Bravo Emiliano!
Peccato che le buone proposte come la sua cadranno come al solito nel vuoto e nemmeno adesso, neppure in questo momento difficile per la nostra economia, sempre più asfissiata dal debito pubblico, riusciranno a smuovere una casta ingorda e vorace che pretende di rappresentarci ma che non saprà e non vorrà mai ridimensionare se stessa rinunciando ai propri scandalosi privilegi.

4 commenti:

DolceAmaraMelannas ha detto...

Concordo con te...in tutto. Gli ingordi affaristi scaldapoltrone offendono anche la nostra intelligenza sostenendo che i lauti stipendi che percepiscono servono a malapena a coprire le spese dei viaggi...e che nelle loro tasche restano solo poche migliaia di euro. E' un'indecenza! Ti abbraccio. Anna(DAM)

evergreen ha detto...

I nostri politici dimenticano che sono i servitori del popolo, quello stesso popolo che tanto disinvoltamente viene invocato a destra e a manca per legittimare maggioranze e governi disattenti ai problemi della gente. Ma adesso non voglio parlare più di questi nostri politici ingordi e insensibili (ah! se ci fosse stato oggi un Pertini...!). Voglio soltanto ringraziarti per il piacere e l'onore dell tua graditissima tua visita sul blog. Ricambio l'abbraccio, carissima e, al pari di me, indignata Anna.

giardigno65 ha detto...

speriamo ...

evergreen ha detto...

Spes...ultima dea, caro giardigno!