domenica 6 gennaio 2013

Te Deum laudamus


Sono convinto che è un dovere dell'uomo ringraziare Dio per i doni che Egli dispensa a piene mani. In primo luogo per il dono della vita.
Ma sono anche persuaso che il ringraziamento al Signore della vita debba essere accompagnato dall'energica condanna - nei modi opportuni e inopportuni - dei piccoli signori della morte che continuano a seminare distruzione e lutti in ogni parte del mondo.
Altrimenti anche il Te Deum suona un ringraziamento ipocrita e blasfemo come tante altre preghiere.

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Affermo che le tue parole sono giuste
a chiunque siano dirette...
Buona notte caro Pino.
Tomaso

Anonimo ha detto...

Te Deum laudamus anche perché ci hai donato Pino Di Benedetto, persona buona e giusta nonchè apostolo ardente e zelante della tua buona novella.

evergreen ha detto...

Carissimo anonimo, l'amicizia è la cosa più bella della vita ma talvolta gioca brutti scherzi! È portata ad attribuire agli amici meriti che non hanno.
Buona serata!
Pino

evergreen ha detto...

Caro Tomaso, grazie della tua costante attenzione e delle tue puntuali visite al mio blog.
Un saluto e buona serata!
Pino