giovedì 4 novembre 2010

Preghiera (o ricetta) per non invecchiare

Signore, fa che io sia del mio tempo
e non della mia età,
che non mi affezioni alle idee
come un avaro al gruzzolo
ma ne controlli, spesso, la validità.
Aiutami a non prendermi troppo sul serio.
A sorridere dei miei successi
come dei fiaschi.
Fammi guardare con simpatia
a ciò che fanno gli altri,
specialmente se tentano qualcosa
che non ho mai pensato,
oppure si avventurano in territori
dove non mi sono mai arrischiato.
Che sappia comprendere più che giudicare,
apprezzare più che condannare,
incoraggiare più che diffidare.
Fa che resista alla tentazione di raccontarmi.
Fammi capire che è importante
ciò che faccio oggi,
non ciò che ho fatto anni fa
e che gli altri hanno il diritto
di avere da me ciò che sono,
non ciò che sono stato.
Signore, impediscimi
di fare l'abitudine a me stesso,
al solito che conosco bene
e che ormai tendo ad accettare
o sopportare come si accetta o sopporta
un vecchio conoscente.
Aiutami a sorprendermi,
ad obbligarmi ogni giorno
a riconoscermi nuovo, diverso, inedito,
a studiarmi sconosciuto, accettarmi altro,
esplorarmi oltre i confini abituali,
accogliermi inaspettato,
frequentarmi insolito. Amen

5 commenti:

Raffaele ha detto...

Ciao Carissimo Pino,
Nulla avviene per caso e nessuna cosa avviene per caso. E’ tutto ciò che passa per quella necessaria esperenziale via pratica, fa parte del grande insegnamento che c’eleva sempre di più oltre l'ordinario, oltre l'immaginario. Immaginario che domani sarà conosciuto come ordinario, ma trampolino di lancio per altre più alte mete dell'essere immortale che alberga in ogni vibrante amorevole cuore.

Tomaso ha detto...

Che bella preghiera che hai pubblicato caro Pino, molti la dovrebbero leggere e provare ha mettere in pratica, forse così cambierebbe il mondo un abbraccio forte, Tomaso
Da me c'è la seconda sorpresa!!!!

Liliana ha detto...

Giuseppe, ma che bella preghiera! Ma l'hai scritta tu?? Posso copiarla e recitarla nelle mie preghiere? Grazie di questa perla.

evergreen ha detto...

La preghiera non è mia. Per questo è bellissima! Si può considerare non solo come preghiera ma anche come una specie di vademecum giornaliero per vivere meglio.
Ub caro saluto a tutti.

Liliana ha detto...

Peccato che non conosci l'autore. Mi sarebbe piaciuto vedere da quale mente è uscita fuori una simile meraviglia. E con questo parlo anche di tutti coloro che hanno scritto cose bellissime e importanti come Gandhi ad esempio o come Martin Luther King ecc.ecc.
Ciao Giuseppe! Grazie!

p.s non dire più che la preghiera è bella perchè non l'hai scritta tu.... Sei modesto. Tu vali molto invece| Ciao!