martedì 17 maggio 2011

Un momento di poesia

 Lungi, lungi su l'ali del canto

Lungi, lungi su l'ali del canto
Di qui lungi recare io ti vo':
Là, nei campi fioriti del santo
Gange, un luogo bellissimo io so.

Ivi rosso un giardino risplende
Della luna nel cheto chiaror:
Ivi il fiore del loto ti attende,
O soave sorella dei fior.

Le vïole bisbiglian vezzose,
Guardan gli astri su alto passar;
E fra loro si chinan le rose
Odorose novelle a contar.

Salta e vien la gazzella, l'umano
Occhio volge, si ferma a sentir:
Cupa s'ode lontano lontano
L'onda sacra del Gange fluir.

Oh che sensi d'amore e di calma
Beveremo nell'aure colà!
Sogneremo, seduti a una palma,
Lunghi sogni di felicità.
Heinrich Heine (1797-1856) Traduzione di Giosuè Carducci (1835-1907)

9 commenti:

Tomaso ha detto...

La hai veramente azzeccata questa poesia caro Pino sta per iniziare il vero estate! questo almeno tutti sperano, io compreso.
Grazie di averla condivisa con tutti noi, buona giornata amico.
Tomaso

evergreen ha detto...

Grazie a te per il passaggio e il commento. Nonostante gli impegni di varia natura che, come vedo, ti assorbono tantissimo, riesci anche a trovare il tempo per passare dal mio blog...Grazie ancora!

Liliana ha detto...

Grazie per questa bellissima poesia Pino. Mi incita a scrivere altre poesie. L'ispirazione per scrivere poesie è scarsa in me, dato tutto il da fare che c'è ogni giorno, ma è bene fermarsi un po' e riflettere su ciò che sentiamo dentro, ed è bene allontanarsi un po' dallo stress quotidiano, che ci rende...meccanici e molto poco....umani!
Un abbraccio.

Liliana

evergreen ha detto...

Cara Liliana, la poesia è il nutrimento dell'anima e del cuore. Questa di Heine ricrea un'atmosfera di sogno e di pace interiore. Tradotta da Carducci, è bellissima. Figuriamoci nella sua lingua originale.
Tosti se ne servì come testo per una sua composizione nmusicale: https://www.youtube.com/watch?v=vXj_RSwPkO4&feature=player_embedded
Un cordiale saluto e buon appetito. P.S.:Con la pancia piena il poeta e il filosofo producono di più! :-))

giardigno65 ha detto...

ci voleva

Liliana ha detto...

Hai ragione Pino! Bisogna nutrire il corpo per...nutrire la mente!
Comunque è verissimo che le poesia è un qualcosa che ci avvolge, che nutre la nostra anima, che la consola. Grazie della segnalazione del link di Tosti, che molto intelligentemente, ha pensato bene, di usare la poesia di Heine, per una sua composizione! Ho guardato e sentito il video da YouTube.
Grazie ancora! Ciao! Buon appetito.
Io ora vado a vedermi "Annozero". Sembra che... gli italiani... si stiano destando... solo al Nord però... che peccato!............ chissà quando.... accadrà da noi!!!
Che tristezza!
Ma sono contenta per quella piccola porzione d'Italia che sta aprendo gli occhi!
Liliana

evergreen ha detto...

@giardigno: non avevo dubbi che un poeta come te avrebbe gradito!

evergreen ha detto...

@Liliana: speriamo che gli italiani aprano gli occhi completamente e tutti insieme! Sarà uno shock per molti ma molto salutare per la Nazione.
Buona giornata, cara Liliana!

Anonimo ha detto...

Lo spero anch'io Pino!
Ma hai visto che quel verme di Berlusconi ha occupato quasi tutte le tv per dire le sue quattro fandonie???
E' davvero una vergogna. Ora si sentono persi e stanno tentando adesso, di riaffossare Pisapia e De Magistris, che è sempre stato un ottimo magistrato, (naturalmente... per le persone ONESTE!)
Non si rassegnano questi quattro brutti ceffi!
Scusa se ho risposto ancora, ma mi viene tanta rabbia! Questa gente dovrebbe stare solo tra le sbarre di un carcere!!!!!!