venerdì 18 febbraio 2011

Dov'è la democrazia?


"Non sono un politico né un giornalista, tante cose quindi faccio fatica a capirle. Così per esempio sento quasi tutte le forze politiche rifarsi al concetto di democrazia senza mai chiedersi se, perché questa diventi effettiva, non siano necessari alcuni prerequisiti, come una –relativa– autonomia del pensiero individuale . E, ancora, se questa autonomia può sopravvivere nel nostro universo mediatico basato sulla notizia, il gossip, Sanremo. Che cosa significa il consenso, altra parola chiave della politica, quando a ottenerlo è sufficiente un Berlusconi?"

Condivido pienamente questa considerazione che ho trovato sul blog di  Boris Porena.

E sono anche pienamente convinto che la nostra non è democrazia. La tanto sbandierata  democrazia fa parte dell'inganno delle parole. Il nostro sistema di governo, per come viene attualmente praticato nei fatti, è piuttosto una oligo-pluto-clerico-partito-velino-gerontocrazia.
Provate a entrare nel significato di ciascuna delle 5-6 paroline e vedrete che è così. Alla faccia della democrazia!

10 commenti:

Bonolis Bari Ranger ha detto...

una volta che vanno al potere, democraticamente dettano la loro dittatura in quanto si va al potere con la maggioranza dei voti. Ogni opposizione ha le porte sbarrate, chi vince detta la dittatura. Questa è l'Italia

evergreen ha detto...

Caro Avvoketo, Lei ha ragione!

Tomaso ha detto...

Vivo da molti anni fuori dall'Italia, ma credo che in nessun stato capiti quello che si legge e si sente nella nostra bella Italia.
Bello questo post, caro Pino.
Tomaso

Lara ha detto...

Ciao Pino, confesso che leggerti sul tuo blog mi da molto più piacere :O)
Forse qualcuno si illude ancora che viviamo in uno stato democratico ...
ma deve essere parecchio intontito.
Buona serata!
Lara

evergreen ha detto...

Caro Tomaso, la vita chiude sempre in pareggio. Dopo i tanti sacrifici che hai dovuto affrontare tu adesso hai la fortuna di vivere in serena tranquillità in uno dei paesi più civili, puliti (anche sotto il profilo morale) e ordinati del mondo.

evergreen ha detto...

Cara Lara, condivido interamente il tuo pensiero. Buona parte degli italiani sono ancora sotto l'effetto droga delle TV e dei media di chi detiene il potere. Speriamo che sia ancora per poco e che le menti comincino finalmente a respirare liberamente aria pura e senza tossine.

Liliana ha detto...

Condivido pienamente il tuo pensiero Pino. Gli italiani sono sotto l'effetto di drogne derivate da un sistema corrotto in tutti i sensi. La TV è sempre più gossip (vedi Sanremo e compagnia bella)e nessuno si accorge di inseguire fronzoli da cui non si impara proprio nulla di utile per evolvere il pensiero dell'uomo a vette più alte. Siamo davvero troppo...in basso!
Viva l'Italia! :-((

Liliana

evergreen ha detto...

Cara Liliana, il popolo può sciogliersi dalle catene solo se saprà trovare in sé la forza e la compattezza per reagire a questa disonorevole situazione.

Liliana ha detto...

Si, è vero Pino, ma...purtroppo il popolo sembra.... non esserne cosciente. Spero in un risveglio il più presto possibile, prima di affondare!

Liliana

evergreen ha detto...

E' quello il guaio, cara Liliana. Purtroppo!