giovedì 8 ottobre 2009

Considerazioni a margine del Lodo Alfano

Penso che non sia sfuggita alla maggior parte delle persone equilibrate e serene (ammesso che ancora ce ne siano senza il prosciutto davanti agli occhi) la scomposta ed irritata reazione del Premier subito dopo la bocciatura del Lodo Alfano.
Il comportamento di Berlusconi dimostra chiaramente che la Signora Veronica Lario Berlusconi aveva visto giusto. D'altra parte chi meglio di una moglie conosce il proprio marito? Il Silvio nazionale, idolatrato come macho salvatore della Patria dal PDL, presenta infatti evidenti disturbi della personalità.
Forte di un presunto e sempre sbandierato consenso da parte della maggior parte degli italiani, circondato da uno stuolo di cortigiani interessati e costantemente pronti a compiacerlo, egli sembra affetto oggi più che mai da smisurati deliri di onnipotenza che probabilmente celano altrettanto smisurati complesssi di inferiorità.
Basti fare attenzione al modo in cui si è espresso ieri nei confronti della Corte Costituzionale, del Presidente della Repubblica e della malcapitata ma orgogliosa Rosy Bindi.
Perchè poi prendersela tanto? Se da Presidente del Consiglio egli trova il tempo di partecipare a feste e festini vari, può anche trovare il tempo per rispondere alle domande dei giudici come qualsiasi altro cittadino!

Nessun commento: