martedì 27 agosto 2013

Niente di nuovo sotto il sole

Cambiano gli attori, cambiano i luoghi  ma il copione è lo stesso. Oggi è il turno della Siria. Gli esportatori di democrazia e i loro alleati aggiungeranno vittime a vittime in quella sfortunata Nazione.

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Le guerre chiamano guerre nuove!!! e le vittime sono sempre le stesse.
Caro pino dopo un po di silenzio rieccomi, sperando che tutto vada bene. Un caro saluto, amico.
Tomaso

Anonimo ha detto...

Caro Colonnello, sono perfettamente d'accordo con Te.

giardigno65 ha detto...

un'altra guerra spacciata per giusta?

Anonimo ha detto...

La storia non ci insegna niente, non impariamo dagli errori passati. Ciao Pino carissimo...un saluto da Carmen Auletta ... :)