giovedì 1 marzo 2012

esperimenti senza punti e senza virgole

nei vicoli sporchi
ti incontro
al calar della sera
ti vedo sbucare da un uscio
come cosa che fugge lontana
e si eclissa
al di là di uno sguardo

sei la coscienza
delle cose passate
sei il nero inchiostro
della memoria
sei la veloce trama
della vita che passa
tra un sogno e una lacrima

sei l'esistenza e il nulla

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Pino non so se definirli versi oppure una poesia per me è chiaro il riferimento, bella veramente bella.
Tomaso

evergreen ha detto...

Grazie tante, caro Tomaso!

Liliana ha detto...

Vedo che sei anche un poeta Pino!
La poesia è davvero bella, anche se un po' triste...
La vita ...è un'incognita. Temiamo il nulla nella stessa esistenza. Ma... Cristo... ci indica la LUCE... la SUA LUCE proseguiamo verso di essa, nella SUA VERITA'. E non avremo più paura del nulla..

Liliana

evergreen ha detto...

Grazie, cara Liliana. Che Dio ci illumini sempre!