mercoledì 13 aprile 2011

Sacrosanta verità


"Questa terra è di Dio".
Lo diceva qualche giorno fa un giovane tunisino intervistato a Lampedusa. La frase mi ha colpito profondamente. Quel giovane in fuga dal suo Paese ha detto una grande verità. I confini, i limiti territoriali, la proprietà privata, il possesso delle cose e dei beni della terra riservato in modo esclusivo a pochi sono altrettante furberie che il diritto del più forte ha reso "legittime" nel corso di una storia millenaria e crudele, fatta di continue guerre e di assurdi soprusi dell'uomo sull'uomo.
Ma la terra è di Dio e, per questo, è di tutti.

8 commenti:

Tomaso ha detto...

È UN PIACERE POTER CONFERMARE CHE QUESTA È LA VERITÀ! CARO PINO.
Buona giornata amico.
Tomaso

giardigno65 ha detto...

parole santissime

evergreen ha detto...

Caro Tomaso, grazie delle tue visite e di tuoi commenti sempre molto graditi! Sei tornato alla base?
Un saluto e un abbraccio.
Pino

evergreen ha detto...

@giardigno65: peccato che siano solo parole! E come tutte le parole, quando sono isolate, quando non forano la corazza dell'indifferenza generale, quando non penetrano nell'intimo delle coscienze, quando non sono capaci di modificare i comportamenti egoisti delle persone e dei popoli, sono destinate ad essere portate via dal vento...

Pietro ha detto...

Parole giustissime!
Buon giovedì

evergreen ha detto...

@Pietro: giustissime senza dubbio. Ma lontane anni luce dalle nostre società e dalle nostre coscienze.

Liliana ha detto...

Verissimo Pino, lontani anni luce dalle nostre coscienze... E' incredibile e assurdo pensare che la storia non cambia e che ancora vince colui che può permetterselo, perchè più forte e sostenuto da chi è come lui. Il perdente è sempre il più povero, ma non di idee, in quanto in questo caso, il tunisino, ha dimostrato di essere il più forte (nel suo cuore) e il più vicino a Dio.
Queste assurdità di credersi diversi e migliori non ci renderà... migliori, ma egoisti, ipocriti e vigliacchi.
C'è ancora tanta strada da fare per capire che SIAMO TUTTI UNO. Se solo capissimo questo il mondo sarebbe libero e non penserebbe più alle guerre.
Solidarietà, amore e concordia: sono espressioni che non è tanto difficile da mettere in pratica, ma difficile che lo facciano i megalomani. Del resto con questi esempi nella politica... con l'ennesima legge "ad personam", non possiamo pensare di poter migliorare il mondo.
Ma io dico che qualcuno dall'Alto ci può salvare (anche se non conosciamo i suoi tempi) e possa spazzare via il marcio, per dare posto al buon senso e all'autenticità, alla verità delle cose del mondo.

Liliana

Liliana ha detto...

P.S. Ho risposto anche al precedente post ;-)
Un abbraccio e Buona settimana santa a te e famiglia!

Liliana